skip to Main Content
Maioli Impianti S.r.l. via Brodolini, 4 - 47922 Rimini
Ristruttura il tuo albergo

Con Maioli Impianti – General Contractor avrai una soluzione “chiavi in mano”: dalla progettazione, alle pratiche burocratiche e amministrative, un tecnico dedicato che si occuperà di tutta la direzione dei lavori, affinché ogni cosa venga eseguita nel miglior modo e togliendoti tutte le preoccupazioni che riguardano una ristrutturazione.

Su tutte le spese sostenute, è possibile cedere il credito maturato con il relativo sconto in fattura. Sarete seguiti in un percorso a voi dedicato.

PUOI USUFRUIRE DEI SEGUENTI BONUS FISCALI

fino a spese di 307.000 €

 

Il bonus ristrutturazione al 65% per gli immobili ad uso turistico spetta a:

  • gli alberghi;
  • i villaggi-albergo;
  • le residenze turistico-alberghiere,
  • gli alberghi diffusi;
  • le strutture individuate come “alberghiere” dalle specifiche normative regionali.
  • Stabilimenti termali
  • agriturismi

 

Gli interventi di ristrutturazione edilizia che consentono l’accesso al bonus ristrutturazione alberghi previsto dall’art. 10 del D.L. n. 83/2014 sono i seguenti:

  • INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA
  • INTERVENTI DI RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO
  • INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA
  • INTERVENTI DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE
  • INTERVENTI DI INCREMENTO DELL’EFFICIENZA ENERGETICA
  • INTERVENTI PER L’ADOZIONE DI MISURE ANTISISMICHE
  • SPESE PER L’ACQUISTO DI MOBILI E COMPLEMENTI D’ARREDO DESTINATI AGLI IMMOBILI OGGETTO DI INTERVENTI EDILIZI

Le singole voci di spesa sono agevolabili ciascuna, nella misura del 65%. L’importo totale delle spese eleggibili é, in ogni caso, limitato alla somma di € 307.693,30 per ciascuna impresa alberghiera, la quale, di conseguenza, potrà beneficiare di un credito d’imposta massimo complessivo pari a € 200.000 (65% di € 307.693,30).

Non sono previsti limiti massimi di spesa, né un limite massimo di detrazione.

 

  • Il bonus è finalizzato al recupero o restauro della facciata esterna di edifici pubblici e privati.
    Queste agevolazioni fiscali consentono, infatti, di usufruire del credito d’imposta per ristrutturare e riqualificare a livello energetico il proprio immobile.
    L’agevolazione fiscale consiste in una detrazione d’imposta del 90% per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, compresi gli immobili strumentali.
    Gli edifici devono trovarsi nelle zone A e B, individuate dal decreto ministeriale n. 1444/1968, o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.
    Sono ammessi al beneficio esclusivamente gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi, compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna.
    Il bonus non spetta, invece, per gli interventi effettuati sulle facciate interne dell’edificio, se non visibili dalla strada o da suolo ad uso pubblico.
Sconto in fattura
con cessione del credito
i soldi li mettiamo noi!
Su tutte le spese sostenute, è possibile cedere il credito maturato con il relativo sconto in fattura. Sarete seguiti in un percorso a voi dedicato.